Il regista Johannes Bramante racconta Antigone

Intervista esclusiva con Johannes Bramante, regista di Antigone.

Secondo le parole del giovane regista questo spettacolo nasce dal mito, un mito che nella sua eternità resta vivo in noi. Ha scelto un testo e un’ambientazione contemporanea, infatti le attrici, Antigone e Ismene, vivono in una Roma dei nostri giorni.
La dimensione tragica e mitologica è interiore accompagnando le protagoniste nella loro vita quotidiana.

L’universalità del suo spettacolo, prosegue Bramante, è da ricercare nei personaggi, che dimostrano come l’universalità del mito sia insita nell’uomo. I personaggi sono umani ma conservano la mitologia. È proprio l’umanità del mito a renderlo sempre, da sempre e per sempre attuale e presente.

Il linguaggio rappresenta, per il regista, la vera particolarità del suo Antigone. Uno spettacolo articolato in tre atti: nel primo e nel terzo è stato scelto un linguaggio corrente, attuale, mentre il secondo rappresenta uno scorcio di antichità, e per logica è recitato in versi.

Ma è il concetto di verso che interessa maggiormente Bramante, il verso che declinato e contestualizzato nella realtà rappresenta la particolarità dello spettacolo.

UFFICIO TEATRO

Giampaolo Bernabini - Istruttore Servizi Culturali e Turistici Largo Alcide De Gasperi, 9 - 47027 Sarsina FC
Tel. 0547 94901Fax 0547 95384
cultura@comune.sarsina.fc.it
organizzazione@plautusfestival.it

UFFICIO BIGLIETTERIA

Aperto dai primi giorni del mese di luglio fino al termine del Festival

Alessandra Bagaglia
Via IV Novembre, 13 - 47027 Sarsina FC
Tel./Fax 0547 698102
info@plautusfestival.it